GIORNALISTI TRICOLORI CYCLINGHISALLO

Un’edizione ricca di sorrisi quella numero 69 dei Campionati Italiani Giornalisti Ciclisti svoltasi nel weekend al Museo del Ghisallo di Magreglio. Sei categorie premiate. Grande tifo e partecipazione. Eventi culturali e di incontro che resteranno per sempre nel cuore come i ricordi custoditi nella Casa dei Ciclisti di Fiorenzo Magni.

La scelta non poteva essere più significativa: le maglie tricolori che si contendono i giornalisti ciclisti italiani,  assegnate tra i luoghi più sacri per l’antico sport delle due ruote, dove sorge il Santuario della Madonna del Ghisallo. Prima di lasciare litri di sudore lungo la salita che conduce allo storico Santuario,  appassionati di bici e giornalisti si sono ritrovati in quel gioiello di Museo voluto da Fiorenzo Magni per un momento di cultura-mondanità-enogastronomia.

Sotto gli occhi increduli di molti, l’ex ciclista spagnolo Miguel Soro ha confezionato la sua ennesima opera, un quadro collage che ha donato al museo in uno scenario unico  come il velodromo di emozioni by Ti-Rex. E poi, nella sala cinema del Museo, hanno risposto alle domande impertinenti  del decano dei giornalisti, Gianfranco Josti, lo scrittore-ciclista Giacomo Pellizzari e la fotografa Martina Folcozambelli.

Pellizzari ha parlato del suo ultimo libro, Gli italiani al Tour de France (edito da Utet) svelando fantastici aneddoti che sono il sale e pepe del suo riuscitissimo libro. Martina, avvocato mancato, è riuscita a trasmettere ad una platea molto attenta le emozioni che prova allo scatto di ogni clic della sua inseparabile macchina fotografica.

E poi, grazie alle generosità dei padroni di casa del Museo del Ghisallo, Antonio Molteni e Carola Gentilini, tutti a tavola per una cena-buffet offerta da Ti-Rex Bike (in esposizione al Velodrono fino a fine luglio) messa a punto dal Ristorante Il Ghisallino con un menù tricolore, innaffiata da un sublime bianco Timorasso di Castellania, da nome importante: Fausto (Vigne Marina Coppi). Non a caso prodotto dal nipote del Campionissimo Francesco Bellocchio presente al vernissage tricolore, emozionato e felice di riscontrare tanto amore per la storia del ciclismo e per il grande Fausto.

Per il brindisi da campioni ha fatto poi il classico figurone la Magnum 61 di Berlucchi special edition, reduce dalla rassegna del Giro d’Italia (Franciacorta Stage). Tutto questo alla vigilia dei Tricolori Cyclinghisallo, prima di inforcare la bici e percorrere i 38 chilometri del tracciato Magreglio-Magreglio. Sulla linea del traguardo sei maglie tricolori attendevano di essere indossate da sei giornalisti ciclisti.  Autentici innamorati del ciclismo.

GRAZIE A : Il Campionato Italiano Giornalisti Ciclisti ha ottenuto una serie di patrocini importanti, oltre a quello della Federazione Ciclistica Italiana, quello del Touring Club Italiano, da sempre impegnato nella proposta di un turismo consapevole, slow, sostenibile, attento alle diversità e alla valorizzazione del Patrimonio Italiano, e quello di Regione Lombardia, della Provincia di Como, del Comune di Magreglio e di Bellagio, tutti enti particolarmente sensibili e attivi per la promozione delle attività generate dal turismo in bici che vede al Ghisallo grandi numeri soprattutto di visitatori stranieri.

Questo evento è realizzato grazie al sostegno degli Sponsor ufficiali del Museo: Alcar Italia, Valsecchi Armamenti Ferroviari e Gruppo Cimbali, di cui fanno parte il MUMAC – Museo della macchina per caffè.

E tra i brand, Faema, che a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 ha legato il suo nome al mondo del ciclismo intraprendendo una delle prime sponsorizzazioni sportive e dando origine a un binomio leggendario rimasto impresso nella memoria di più di una generazione grazie ai successi e alle gesta di campioni del calibro di Eddie Merckx, Vittorio Adorni e Hendrick Van Looy. Faema, per l’occasione, è stata presente con Faema Bee, Ape Car allestita con una Faema E71 per offrire il caffè a tutti i partecipanti e spettatori.

Il Welcome Tricolori Cycling Press è stato un successo firmato  Ti-Rex Bike. Berlucchi ha innaffiato di 61 le premiazioni, Enervit è stata l’energia ufficiale. Il Museo del Ghisallo è gemellato con quello di Alessandria Città delle Biciclette.

MAGREGLIO ASSEGNA I TRICOLORI – Leonardo Olmi pubblicisti veterani, Marcello Valoncini, professionisti senior, Giancarlo Perazzi, pubblicisti senior, Paolo Aresi professionisti veterani, Claudio Pasqualin supergentlemen e Laura Magni femminile sono i nuovi campioni italiani tra i giornalisti ciclisti. La gara organizzata nella suggestiva cornice del Ghisallo è stata fortemente voluta dalla Fondazione Museo del Ghisallo e dal suo presidente Antonio Molteni. L’impegnativo il percorso con l’arrivo in cima alla salita del Ghisallo, affrontata dal lato di Canzo, allestito con professionalità dal Velo Club Eupilio ha visto al via trenta giornalisti provenienti da tutta Italia, che sarebbero stati trentadue se un infortunio al ginocchio non avesse bloccato Paolo Buranello prima della partenza e un errore di percorso non avesse fatto giungere in ritardo alla partenza Lino Rubini. La gara è stata combattuta e ha visto vincitore assoluto Leonardo Olmi allo sprint su Marcello Valoncini, terzo Giancarlo Perazzi.

QUI le CLASSIFICHE DI CATEGORIA

QUI LA GENERALE ASSOLUTA

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: